Gas Di Scarico Delle Auto

Gas Di Scarico Delle Auto gas di scarico delle auto

L'impianto di scarico è quella parte dei motori termici che serve per l'evacuazione dei gas di Impianto di scarico (ad eccezione dei collettori di scarico) di un'​automobile, composto da un tubo di scarico con convertitore catalitico, silenziatore. L'inquinamento dei veicoli a motore è attribuito principalmente ai gas di scarico che essi producono con la circolazione, in particolare con la. A seguito degli scandali sui gas di scarico negli USA e nell'UE nel –, i nuovi test sulle emissioni in condizioni reali per le automobili e i veicoli. Endoparassita emissions), insieme dei gas di scarico delle automobili comprendenti il gruppo degli NOx (ossidi di azoto), il monossido di carbonio, il piombo. La nocività dei gas di scarico delle auto diesel è stata testata su 10 scimmie a cui sono stati fatti respirare quelli fuoriusciti da una vettura.

Nome: gas di scarico delle auto
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 29.26 Megabytes

Automobili, aria e salute Che cosa esce dal tubo di scarico? La combustione dei carburanti che alimentano i motori di tutti i veicoli circolanti comporta l'emissione di gas di scarico, che finiscono nell'aria che respiriamo. Vediamo come è composta la miscela che esce dalle nostre marmitte Condividi di Stefano Lamorgese 24 settembre La più immediata conseguenza dell'avvio del motore di ogni automobile o motocicletta, o camion è la combustione del carburante con il quale, spesso a caro prezzo, abbiamo riempito il serbatoio.

Tale processo provoca l'emissione di una serie di gas che vengono espulsi dal motore e immessi in atmosfera. Lo scandalo VolksWagen, il colosso tedesco dell'auto che ha truccato i propri veicoli perché non si scoprissero per intero le loro emissioni nocive, getta una luce inquietante sull'intero mito del trasporto libero e indipendente - individuale - simboleggiato dall'automobile, vero e proprio "mito d'oggi", duro a tramontare. Ma che cosa esce dai tubi di scarico delle nostre automobili?

E quanto è nociva la miscela che si riversa nell'aria che respiriamo tutti?

Palliativi di scarsa utilità, al di fuori di quella di poter godere di qualche ora di liberazione dalle auto. Riassumendo gli effetti inquinanti di auto e moto sono: A livello locale: soprattutto nelle città, ma anche nelle località turistiche più affollate, i gas di scarico rendono irrespirabile e malsana l'aria, con conseguenze negative sulla salute pubblica.

Menu di navigazione

A livello globale: i gas di scarico di auto e moto contribuiscono pesantemente all'aumento dell'anidride carbonica nell'atmosfera e al conseguente effetto serra. Indirettamente l'automobile è la causa principale dell'inquinamento provocato dalle raffinerie di petrolio, di quello generato dalle fabbriche di auto e moto e componenti delle medesime p. Che un veicolo a motore debba inquinare è pressochè inevitabile; c'è un inquinamento termico che è scritto nel secondo principio della termodinamica: ogni motore butta fuori buona parte del calore che produce, e per di più l'uso di motori a combustione rende inevitabile anche l'espulsione di gas di scarico.

La soluzione ovvia sarebbe di non usare veicoli a motore, come avveniva di regola fino a due secoli fa e come oggi è considerato inconcepibile.

Emissioni auto, ecco come i software possono modificare i valori dei gas di scarico

Per capire questa cosa dobbiamo far riferimento alla figura seguente. Spieghiamo cosa sono questi diagrammi.

Uno vale per tutti. Sono dei grafici che riportano le linee di isolivello.

Alcune eccezioni

Quindi, la curva più alta che vediamo in questi grafici è la curva di coppia del motore, mentre agli estremi laterali troviamo il regime minimo e il regime massimo di giri. Su questo piano vengono tracciate le linee di isolivello di un determinato parametro. Nel diagramma in alto, ad esempio, abbiamo le linee di isolivello del consumo specifico, in basso a sinistra quelle degli idrocarburi incombusti, e in basso a destra quella degli NOx.

Vedete che se abbiamo una vettura che funziona a carico parziale, e osserviamo il diagramma in alto, ci troviamo a giri medio bassi, con bassa coppia e quindi in una zona ad alto consumo. Questo per dire che se abbiamo un motore troppo grande per il lavoro che deve fare, ci troviamo a farlo lavorare in zone di rendimento più basso.

Quando sono obbligatori i controlli dei gas di scarico?

Da qui il concetto di dimensionare bene il motore per il lavoro che deve svolgere. In questo caso, valgono anche altri tipi di considerazioni. Ad esempio, un motore che gira a regimi medio bassi va incontro a minori attriti e la combustione è più efficiente perché è maggiore il tempo che essa ha a disposizione per potersi completare.

Fatte queste considerazioni, possiamo passare ai diagrammi in basso per scoprire che, al contrario, la zona che corrisponde ai migliori consumi non è quella che va bene per la minimizzazione degli HC e degli NOx. Bisogna trovare un compromesso. Per capirlo analizziamo un motore a gasolio che funziona con un grosso eccesso di aria.

Se buttiamo gas inerti, abbiamo meno ossigeno e quindi meno NOx. Abbiamo quindi parlato degli interventi motoristici.

Passiamo invece a considerare la seconda macchina super costosa, ossia il sistema di post trattamento dei gas di scarico.

Cosa indica il colore del gas di scarico?

Quando i gas passano attraverso il catalizzatore a tre vie, i parametri gialli diventano in parte verdi. Si tenga conto che stiamo visualizzando una scala logaritmica, con un logaritmo su base Il colore verde significa che i gas emessi sono diminuiti, nel migliore dei casi, di due ordini di grandezza, perché da sono passati a circa 1 HC.

Ecco cosa significano e cosa fare quando notati 1 febbraio - Che vi capiti fermi al semaforo, o mentre accelerate in autostrada o appena accesa, non è mai un buon segnale notare delle fitte coltri di fumo uscire dallo scarico della vostra auto. Salvo casi eccezionali o particolari, veder uscire del fumo dalla vostra auto non è mai un segnale positivo e spesso è il primo sentore di un problema molto più grave al vostro motore.

Fortunatamente ci sono alcuni indicatori che potrebbero farci capire immediatamente quale sia il problema che affligge la nostra auto, scopriamolo insieme!